Allevamento      Casa vacanze      Toelettatura     

Allevamento

 

Studio genetico per un buon cucciolo di Golden Retriever

È mia intenzione allevare cuccioli con le caratteristiche più adatte per essere instradati in un percorso di preparazione di un Cane Sociale, per cui bisogna partire dall’accoppiamento di genitori con le dovute predisposizioni genetiche e caratteriali.

Studi genetici e di riproduzione hanno evidenziato l’ereditarietà dei tratti temperamentali, propri di cuccioli estremamente collaborativi ed equilibrati, con nessuna propensione a mordere o a fuggire.
I tratti del temperamento trasmissibili sono:

  • Spiccata curiosità per l’ambiente e gli oggetti nuovi
  • Reazioni indagatrici nei confronti di rumori nuovi
  • Buona tolleranza al contatto fisico
  • Attitudine spontanea per la gente
  • Facilità ad imparare
  • Retrieving test (riporto della palla o di altro oggetto)

Pertanto la scelta del cane parte da uno studio delle linee di sangue che attraverso la selezione ha prodotto più soggetti con tali caratteristiche.
 

Scelta dei genitori

I genitori oltre alle ovvie caratteristiche di salute e quindi esenzione dai principali difetti ereditari (nei Golden Retriever displasia del gomito, delle anche e tare oculari), dovranno possedere un buon carattere, quindi mancanza di aggressività nei confronti dell’uomo, nessun segno di ansietà ed ipereccitazione, un temperamento vivace e ben disposto ad imparare. Infatti è stato provato che se la mamma soffre di stress avrà la tendenza, non genetica, ma congenita a influenzare il futuro comportamento dei suoi piccoli.
 

Gestione della gravidanza

Una fase importante da non sottovalutare è il periodo prenatale, in quanto il piccolo, ancora nell’utero materno, incomincia ad interagire con l’ambiente. Ci si è accorti che, quando la madre è sottoposta ad uno stress di qualunque tipo presenta contrazioni diverse e in questo momento osservando le reazioni dei cuccioli ci si accorge di un’agitazione sotto forma di movimenti dall’alto al basso e rotazioni.

Altri studi effettuati sui gatti hanno dimostrato che cuccioli massaggiati attraverso carezze dolci sul ventre della madre nella terza e ultima parte della gestazione hanno sviluppato dopo la nascita una maggiore tolleranza alla manipolazione rispetto a quei cuccioli la cui madre non è stata massaggiata.

Il tipo di allevamento riveste un ruolo importante per il nascituro. Infatti un allevamento in batteria dove le femmine si riproducono ogni sei mesi e vivono costrette non sono le condizioni ottimali per favorire l’equilibrio e le performance del cucciolo che nascerà. Pertanto bisogna fare in modo che la femmina viva in un ambiente protetto, lontana dallo stress, affinché lo stato emotivo e il comportamento esploratorio del cucciolo che nascerà siano ottimali.